Foto delle proteste di ieri

Per voi una gallery di foto, in parte provenienti da twitter, in parte scattate dal sottoscritto che ieri seguiva la manifestazione.

Vittorio Nigrelli

Annunci

Forconi a Torino: picchettaro viene investito in corso Re Umberto (foto)

È successo poco fa, all’incrocio tra Corso Re Umberto e Corso Vittorio Emanuele II.

Un centinaio di manifestanti stavano impedendo il passaggio delle autovetture in ogni senso di marcia, costringendo gli autisti a fare marcia indietro e i pullman a stare fermi in attesa.
Mentre ero lì ho colto un dialogo tra una signora in macchina e un manifestante. “Voi non capite che lo stiamo facendo per voi” “io voglio andare a casa” “scenda e venga con noi” “io voglio andare a casa” “lei sta lì al caldo, ha un lavoro, io sono disoccupato, è dalle 5.00 che sono in giro” “io voglio andare a casa!!!”
Sono le 11.30, quando dopo aver fatto qualche foto sto per andare via, succede il peggio. Si sente una macchina accelerare. Un uomo grida “ehi stronzo!”. Un tonfo duro, carne e ossa contro metallo, supera tutti gli altri suoni. Mi giro. Un uomo è a terra, alcune persone lo soccorrono. La macchina, un’utilitaria bianca, è ferma in mezzo all’incrocio.

Arrivava da Corso Vittorio, diretta a Porta Nuova. Una ventina di persone si lanciano contro di essa, battono i pugni con i vetri, tirano fuori l’autista. Grazie a un signore che usa una bandiera tricolore come mantello prevale il buonsenso, e l’uomo non viene pestato, ma “solo” circondato e bloccato. Si aspetta l’ambulanza. Nel frattempo, sempre su Corso Vittorio, ma dall’altro senso di marcia, una Ypsilon nera tenta di forzare il blocco. Un drappello di persone gli si para davanti. La macchina avanza. Urla, la gente comincia a pestare sul finestrino, l’autista si ferma. Un ragazzino scatena l’ilarità aprendo il portellone posteriore dell’auto. “Devi tornare indietro” gridano. L’autista scende, chiude il portellone, a fatica rientra in macchina. Riaprono il portellone. Altre risa. Qualcuno più intelligente lo richiude. In quel momento arriva a sirene spiegate l’ambulanza.

Approfittando della confusione, l’autista della Ypsilon ingrana la retro e poi la prima, dribbla i manifestanti che tentano di bloccarlo e guadagna la via di fuga, corso Re Umberto. Un uomo vestito di verde grida “avete preso la targa di quel pezzo di merda? Perché io uno così lo sparo”.
L’ambulanza carica il ferito, in pochi minuti le macchine possono di nuovo passare. Il governo è ancora lì; invece il 63 può riprendere la sua corsa, per la gioia dei vecchietti che vi sono stoicamente rimasti sopra per quasi un’ora.

Vittorio Nigrelli

Errata corrige: precedentemente avevo scritto che l’auto nera era una Delta, mentre mi è stato fatto notare che è una Ypsilon. Mi scuso con i lettori per l’errore.

Vittorio Nigrelli

Scappa dalla polizia, si schianta contro un autobus e muore. Ancora da identificare l’uomo.

Torino, 6 Novembre 2013.

E’ avvenuto stamattina, intorno alle 5.30, in corso Orbassano all’incrocio con strada del portone il grave incidente che ha visto coinvolti un’Alfa Romeo rubata e un pullman della linea 44.
L’uomo alla guida dell’auto viaggiava a forte velocità per seminare la volante della polizia che lo stava inseguendo, la sua corsa si è arrestata quando è avvenuto il forte impatto con il mezzo della GTT.

L’identità dell’uomo non è ancora stata identificata e sono in corso anche le procedure per una ricostruzione più dettagliata e precisa del grave incidente.
I soccorsi del 118, giunti sul posto, non sono serviti a salvare la vita al fuggitivo che era già deceduto quando è stato estratto dalle lamiere dell’auto.
I passeggeri del pullman sono rimasti illesi, mentre l’autista è stato trasportato in ospedale per ricevere alcune cure.

 

Veronica Sgobio

Forever Ended Yesterday: un successo che si infrange.

Finalmente dopo 4 anni dalla loro fondazione i Forever Ended Yesterday ci sono riusciti: hanno pubblicato il loro primo EP intitolato Imiarma, da cui è stato estratto il primo singolo Unreal Smile. (clicca qui per vedere il video). I Forever Ended Yesterday sono una band di Mondovì (Torino) che canta brani alternative rock in inglese. Il gruppo nasce con un altro nome nel 2008, composto principalmente da Frankie (voce), Lyn (chitarra), Ale (basso). Solo nel 2011 diventano definitivamente i Forever Ended Yesterday, grazie all’inserimento nella band di Jux (chitarra) e Andy (batteria). Nel 2012 però Andy abbandona la band e i Forever Ended Yesterday cercano un nuovo batterista, trovandolo in Steve. Ora la band è pronta per lavorare seriamente. Dopo alcuni mesi, i FEY sono stati contattati dal chitarrista degli Screaming Eyes, per produrre la loro canzone Follow The Lights: un pezzo metal, uscito il 22 luglio, completamente diverso dal genere di musica che fanno attualmente i FEY. Dopo alcuni concerti nella loro zona, la band firma con l’etichetta indipendente This Is Core, che permette loro di pubblicare nel dicembre 2012 il primo EP Imiarma che contiene sei tracce:

  1. Awful Feeling
  2. Silly Worm
  3. Intoxication
  4. Something More
  5. Unreal Smile
  6. Sleep Tight

In generale lo stile dei FEY assomiglia ai Paramore, con qualche venatura degli Evanescence e Linkin Park.

Abbiamo intervistato i Forever Ended Yesterday per conoscerli meglio e capire la loro musica. A nome di tutto il gruppo ha risposto Lyn:

Com’è nato ImiarmaImiarma è un EP che vi rappresenta a pieno?

Imiarma è nato dalla voglia di 5 ragazzi di fare musica, di far conoscere ciò che hanno da comunicare. Penso che sia un EP che ci rappresenta a pieno: siamo riusciti a far coesistere diversi stili, in relazione alle influenze musicali di ciascuno di noi. Molte canzoni contenute in Imiarma erano nate già tempo prima dell’uscita.”

Scrivete voi testo e musica? 

Sì, testi e musica sono scritti da noi.”

Follow The Lights è stato il vostro primissimo single, un lavoro diverso ma che sentite vostro comunque? Perchè non avete seguito il genere metal?

“Sì, Follow the lights è stato il nostro primo singolo, diffuso solo tramite internet. Con questo pezzo abbiamo voluto sperimentare qualcosa di diverso per dimostrare a noi stessi che il cambiamento può essere positivo, come anche sperimentare nuovi generi.”

 

Siete contenti di Unreal Smile come primo singolo estratto da Imiarma?

“Sì, è un pezzo che personalmente ci piace molto e credo che abbia delle caratteristiche adatte per essere lanciato come primo singolo.”

 

Volete spiegarci il significato del video di Unreal Smile?

“Preferiamo che ognuno dia il proprio significato.”

 

Siete una band emergente. Credete di farvi notare maggiormente con questo EP?

“Sicuramente l’EP, accompagnato dal video ufficiale e da recensioni e interviste, ci sta dando molte possibilità. Sappiamo che in Italia, con il nostro genere, è sempre più difficile farsi notare, ma noi ci proviamo!”

Qual è il vostro obiettivo come band? Per esempio vincere qualche festival? Entrare nel mercato discografico?

“L’obiettivo principale è quello di suonare in giro, far conoscere a più persone possibili la nostra musica, quello che abbiamo da dire. Abbiamo partecipato a diversi festival e ne abbiamo ancora in programma, ma diciamo che l’obiettivo, anche qui, è quello di far conoscere la nostra musica più che di vincere il festival in sè.”

Che cosa volete trasmettere o comunicare con le vostre canzoni?

Con le nostre canzoni vogliamo trasmettere forza, passione, trasgressività, rabbia, e anche malinconia, perchè noi siamo così: arrabbiati e malinconici.

 

Progetti per il futuro? concerti? nuovo album?

“Attualmente stiamo componendo nuove canzoni per un nuovo EP, con sonorità e stile differenti rispetto ad Imiarma. l’EP sarà autoprodotto. Abbiamo inoltre in programma un tour estivo in diverse zone del Piemonte e della Liguria che ci terrà impegnati per l’intero mese di giugno.

Questa intervista è stata fatta prima del 6 ottobre, data in cui i FEY hanno pubblicato questo messaggio sulla loro pagina Facebook: “Salve a tutti, questo è un post che nessuna band vorrebbe mai scrivere sulla propria pagina… Purtroppo, però, siamo spiacenti di comunicare che, a causa di divergenze tra i componenti del gruppo, i Forever Ended Yesterday si sono ufficialmente sciolti alle 3.25 circa di oggi pomeriggio. Un ringraziamento a tutti quelli che ci hanno aiutato è d’obbligo, oltre che un piacere…e un grazie speciale va soprattutto ai nostri genitori, che ci hanno sempre supportato (e sopportato) economicamente e spiritualmente. Grazie di cuore a tutti! Per noi è stata un’esperienza fantastica, che ci ha fatto crescere sia artisticamente che umanamente, e ci siamo divertiti un mondo! Detto questo, un adieu dai Forever Ended Yesterday e un buon proseguimento di vita a tutti. Stay Metal!”

Erica Balduini

Inaugura AdP, mostra fotografica “Giochiamo Ancora”. Il centro di Torino filiale di Hollywood.

22 Maggio 2013.
Ha inaugurato ieri il negozio AdP, mostra fotografica “Giochiamo Ancora” con doppia finalità benefica ispirato al libro dello scorso anno proprio di Alessandro Del Piero, in centro Torino, quasi di fronte all’hotel Principi di Piemonte.
Per l’occasione l’ex capitano dei bianconeri è tornato in città, dopo il suo primo anno al Sydney, ricevendo un caloroso bentornato dai torinesi, ben felici di poter gli strappare un autografo.

All’evento super esclusivo, condito di flûte di champagne e mini red carpet, erano presenti molti volti noti del calcio, come Claudio Marchisio, Giampiero Boniperti, l’ex arbitro Roberto Rosetti, e il presidente dell’associazione italiana calciatori Damiano Tommasi ma anche del mondo dello spettacolo, tra cui Piero Chiambretti, immancabile protagonista del jet set torinese, l’ex attore di Beautiful Daniel McVicar.

20130522-094037.jpg

20130522-094049.jpg

20130522-094057.jpg

20130522-094102.jpg

20130522-094109.jpg

A colpire tutti i presenti è, però, la presenza di un attore di Hollywood, conosciuto soprattutto per il ruolo del dottor Shepherd in Grey’s Anatomy, celebre serie tv, e subito ribattezzato dottor Stranamore per il suo incredibile fascino.

20130522-095028.jpg
Era fra gli invitati, infatti, Patrick Dempsey, bello, abbronzato e più sorridente che mai. Dopo essere stato ospite di Maria De Filippi ad Amici, ha preso parte anche a questo evento tingendo Torino dei toni scintillanti tipici delle serate hollywoodiane.
Simpatico e alla mano ha fatto una breve sfilata, andando nel negozio della moglie di Del Piero, salutando le fan con un caloroso “Hey guys, how are you?” e accettando di buon grado le proposte di scatti e autoscatti con le fan adoranti, rispondendo in un italiano traballante quanto gentile e conquistando ancora di più i cuori dei presenti.

20130522-095128.jpg
Ha trovato la ricetta vincente per farsi amare ancora di più dalla popolazione italiana.

Il momento clou della serata, però, è stato sicuramente l’arrivo di Alex Del Piero, accolto calorosamente e spesosi in molti autografi e saluti ai presenti, nostalgici delle sue presenze nella squadra bianconera, un “Bentornato Capitano” che pochi potrebbero fraintendere.

20130522-095656.jpg

Veronica Sgobio

Stiamo cercando Claudio Giordano. E’ scomparso il 14 Maggio 2013.

20 Maggio 2013.
TheTweeter si unisce all’appello che risuona su Facebook così come a Chi l’ha visto per ritrovare Claudio Giordano, giovane di 27 anni che la mattina del 14 Maggio è uscito di casa, a Torino, intorno alle ore 11 e da quel momento non si sono più avute sue notizie.

971090_451095394981171_1534930177_nAl momento della scomparsa indossava un giubbotto in pelle nero, jeans blu e uno zaino grigio eastpak con toppe. È alto 1.73, ha gli occhi verdi, i capelli castani lunghi, ha i dread, ha piercing ad entrambi i lobi.
Chiunque dovesse avere sue notizie è pregato di telefonare al numero: 349 28 92 727 o rivolgersi alla stazione di carabinieri più vicina o contattare Elisa Abe, su Facebook.

Varie pagine su Facebook si sono mobilitate per dare visibilità al caso e spargere la voce e così facciamo anche noi. Se doveste avere notizie non esitate a comunicarle, la famiglia e i suoi amici sono preoccupati.

Veronica Sgobio

Autovelox della settimana, 105 postazioni.

Settimana rischiosa per i torinesi al volante, che dovranno subire l’ennesima ondata di autovelox e telelaser. Questa settimana vi saranno 105 postazioni mobili più quella fissa in Corso Regina. 

Lunedì 13 maggio

Corso Grosseto 
Lungo Stura Lazio 
Via Pietro Cossa 
Strada Aeroporto 
Corso Settembrini

 

Martedì 14 maggio

Corso Grosseto 
Lungo Stura Lazio 
Via Pietro Cossa 
Corso Ferrara 
Via Traves 
Corso Francia 
Corso Peschiera 
Corso Trapani 
Via Mazzarello 
Corso Rosselli

 

Mercoledì 15 maggio

Corso Grosseto 
Lungo Stura Lazio 
Via Pietro Cossa 
Corso Quintino Sella 
Viale Thovez 
Corso Francia 
Corso Peschiera 
Corso Trapani 
Via Mazzarello 
Corso Rosselli 
Via Sansovino 
Strada Aeroporto 
Strada Pianezza 
Strada del Drosso 
Via Onorato Vigliani 
Via Plava 
Corso Orbassano 
Corso Settembrini 
Via Biscaretti di Ruffia

 

Giovedì 16 maggio

Corso Grosseto 
Lungo Stura Lazio 
Via Pietro Cossa 
Corso Trapani 
Corso Peschiera 
Corso Orbassano 
Corso Tazzoli 
Corso Cosenza 
Corso Siracusa 
Corso Galileo Ferraris 
Corso Allamano 
Corso Salvemini 
Corso Francia 
Via Mazzarello 
Corso Rosselli 
Corso Sacco e Vanzetti 
Via Sansovino 
Strada Aeroporto 
Strada Pianezza 
Via Botticelli 
Corso Vercelli 
Corso Giulio Cesare 
Corso Romania 
Strada San Mauro 
Strada Traforo del Pino 
Viale Agudio 
Corso Moncalieri 
Via Zino Zini 
Via Pio VII 
Strada del Drosso 
Via Onorato Vigliani 
Via Plava 
Corso Settembrini 
Via Biscaretti di Ruffia

 

Venerdì 17 maggio

Corso Grosseto 
Lungo Stura Lazio 
Via Pietro Cossa 
Corso Orbassano 
Via Guido Reni 
Corso Tazzoli 
Corso Cosenza 
Corso Siracusa 
Corso Galileo Ferraris 
Corso Allamano 
Corso Salvemini 
Corso Francia 
Corso Peschiera 
Corso Trapani 
Via Mazzarello 
Corso Rosselli 
Via Sansovino 
Strada Aeroporto 
Strada Pianezza 
Via Botticelli 
Corso Vercelli 
Corso Giulio Cesare 
Corso Romania 
Strada San Mauro 
Viale Agudio 
Corso Moncalieri 
Via Onorato Vigliani 
Via Passo Buole 
Corso Settembrini 
Strada del Drosso 
Via Plava 
Via Biscaretti di Ruffia

 

Sabato 18 maggio

Corso Grosseto 
Lungo Stura Lazio 
Via Pietro Cossa 
Via Guido Reni 
Via Onorato Vigliani

 

Domenica 19 maggio

Nessun accertamento

 

Si ricorda inoltre la presenza di una postazione fissa di controllo di velocità in Corso Regina Margherita n. 401/A