Spotted e la nuova frontiera del Social.

6 Maggio 2013.
Fino a qualche tempo fa il ritornello ricorrente era quello del “Se non sei su Facebook non sei nessuno“. Gli esordi dei Social Network, e in prima battuta Facebook che ha un po’ marcato le sue differenze con gli altri stile MySpace e Netlog, sono stati conditi da polemiche su quanto questi siti di nuova concezione rubassero tempo ai loro utenti, quanto infrangessero le barriere tra sfera privata e pubblica, per non parlare delle conseguenze sulla privacy che pareva, e a tratti appare ancora, difficile, se non impossibile, da gestire. Postare una foto, aggiornare lo status e commentare ciò che fanno i propri amici, virtuali e non, è il modo più immediato e comodo per comunicare, ma adesso non basta.

spottedLa risposta alla domanda “tu chi sei?” sembra arrivare dalle nuove pagine più popolari di Facebook: le pagine Spotted. Ce ne sono per tutti i gusti, ma tutte si rifanno allo stesso modello.
Nata con serie come Gossip Girl, l’idea dello Spotted è piuttosto semplice: vedo, scrivo, vengo pubblicato sulla pagina.
Come nella celebre serie televisiva in cui la fantomatica e misteriosa Gossip Girl pubblicava messaggi, foto e video dei ragazzi più IN dell’Upper East Side, così le pagine Spotted pubblicano messaggi e foto degli utenti che vedono qualcosa di particolare.
L’amore sbocciato in biblioteca, nelle aule universitarie o dei licei, la persona vista per strada, al bar, sul tram/metro/bus, l’evento particolare, la bizzarrìa umana, la serata in discoteca… Tutto si rifà a un messaggio privato inviato ai gestori della pagina, anche loro come GG protetti da un alone di mistero, e ripubblicato in forma anonima sulla pagina e visibile da tutti.

La febbre dello Spotted ha contagiato il web che si schiera con o contro questo sistema, ma che comunque ne parla, confermando che “se non sei su Facebook, non sei nessuno”, o perlomeno “se non sei su Spotted, non sei nessuno“. Un modo come un altro per attaccare bottone, fare avances altrimenti troppo imbarazzanti dal vivo, esporsi, senza farlo davvero, commentare e conoscere.
Forse quando Andy Warhol pensava ai 15 minuti di fama di ciascuno di noi non immaginava sarebbero stati così, ma in ogni caso sembra essere questa l’occasione di molti per farsi vedere, sentire e riconoscere, diventando i protagonisti di qualcosa.
E se i messaggi pubblicati dai vari Spotted sono anonimi, non lo sono, però, tutte le varie risposte e commenti, quindi, forse, la fama più che a chi pubblica, va a chi commenta, lasciando una traccia con la propria firma digitale e il rimando al proprio profilo Facebook.

Essendo noi di Torino e dintorni consigliamo alcune pagine Spotted esilaranti e interessanti della zona:
Spotted: UniTo: per chi frequenta l’Università degli Studi o intende frequentarla in futuro e farsi 4 risate sulle alte pubblicazioni pseudo-accademiche;
Spotted: GTT: per chi prende abitualmente i mezzi pubblici nella zona di Torino, perché si sa che nell’ora di punta i giochi di sguardi giocano tiri mancini;
Spotted: Cuneo: per chi bazzica da quelle parti, i post sono di ogni genere e sorta, dall’amore platonico con la cassiera del supermercato al colpo di fulmine nei bar del centro o sul treno tra studenti pendolari;
Spotted: ma anche no: perché quando nascono le tendenze nascono subito le contro-tendenze e questo è un divertentissimo esempio di una parodia della mania Spotted.

Si potrebbe continuare all’infinito questo elenco, ma ci limitiamo a queste pagine lasciando a voi il gusto di commentare, visitare e dare uno sguardo alla nuova mania. E attenzione: ci sono occhi ovunque, ormai, e a finire su Spotted ci si impiega veramente poco.

Veronica Sgobio

Annunci

One thought on “Spotted e la nuova frontiera del Social.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...