Due anni di carcere per un tweet.

Ayyad al-Harbi, blogger con circa 13.000 followers su Twitter, è stato condannato a due anni di carcere per aver twittato contro l’emiro del Kuwait.

Le proteste in quel paese del Medioriente considerato tra i più democratici fino a poco tempo fa sono scoppiate quando lo sceicco Sabah al-Ahmad al-Sabah ha aumentato i propri poteri e ha cambiato il sistema di voto.

I sovrani non amano molto il social dove tutti possono comunicare con tutti. Giusto oggi anche Berlusconi ha reso pubblico il suo scarso amore per Twitter, considerato “pieno di cattiverie”.

Vittorio NIgrelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...