Teheran vieta l’importazione di beni di lusso, inclusa la carta igienica.

Il governo iraniano ha bloccato l’importazione di 75 beni di lusso, per un totale di più di 2000 diversi prodotti, in risposta alle sanzioni economiche da parte della comunità internazionale.

Inclusi tra questi prodotti di lusso vi sono telefoni, orologi, gadget tecnologici, abbigliamento, cosmetici, caffè, materiali edilizi (lusso?), carta igienica (lusso?!?!?!).

Questa fantastica mossa da protezionismo ottocentesco è stata pensata in seguito alla presa di coscienza che il rial, la moneta iraniana, vale quanto l’ultimo prodotto citato.

Hamid Safdel, Ministro del Commercio, ha provato a dare una motivazione economica, dicendo che questa mossa farà risparmiare almeno 4 miliardi di dollari.

Qualcuno ha timidamente fatto notare che parte dei prodotti l’Iran non li può produrre da solo. Risposta: il bando parla di prodotti specifici, non delle materie prime per produrli. Cosa che rende l’affermazione del ministro una manifesta cazzata; se le materie prime le importano il problema si ripropone, perché l’Iran le deve acquistare con il rial svalutato, quindi che senso avrebbe bandire i prodotti per motivi economici?

Vittorio Nigrelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...