Cina: Arrestati 802 trafficanti di esseri umani, liberati 182 bambini

6 Luglio 2012 –  La polizia cinese ha intercettato due bande di trafficanti di esseri umani. Secondo un comunicato del Ministero della Pubblica Sicurezza, la polizia ha arrestato 802 persone responsabili del rapimento e della vendita di persone, tra cui molti bambini, di cui  181 sono stati liberati.

La caccia ai trafficanti di esseri umani era già iniziata nel 2010, quando la polizia era riuscita ad arrestare quattro trafficanti, tra cui il Shao Zhonhyuan, super-ricercato e responsabile di una moltitudine di rapimenti e traffico di bambini cinesi.

La polizia è risalita ai trafficanti grazie ad un’ispezione iniziata da dicembre, quando 4 sospettati erano stati arrestati per aver tentato di vendere dei bambini nella regione di Henan e si è concluso con l’arresto di un dottore.

Il traffico di esseri umani, in particolare di bambini, è un problema sempre più grave in Cina.

Ogni anno 20.000 bambini e bambini cinesi vengono rapiti, per poi essere venduti illegalmente a coppie che non possono avere bambini, oppure vengono uccisi per la vendita degli organi in Occidente. Le bambine vengono vendute fra i 30.000 e i 50.000 yuan (3.000 e 5.000 euro) ed i bambini, i più richiesti, vengono venduti dai 70.000 e gli 80.000 yuan (7.000 e gli 8.000 euro)

La maggior parte dei bambini rapiti e venduti sono maschi, ma sta aumentando anche la domanda di bambine. Oltre all’adozione illegale, i bambini sono forzati alla prostituzione, spesso anche in altri paesi come la Thailandia e la Malesia, e al lavoro forzato. Vengono obbligati a rubare, a fare l’elemosina e a lavorare in alcune fabbriche nelle regioni rurali.

Le cause dietro al traffico di bambini cinesi non sono ancora state definite. Secondo un rapporto dell’UNICEF sul traffico di bambini nelle regioni dell’Est e del Sud dell’Asia, il crescente numero di natalità infantile e le leggi imposte dal governo cinese sul “figlio unico” possono contribuire all’aumento dei casi di traffico di bambini cinesi.

Per limitare il crescente numero di nascite della popolazione cinese, il governo aveva imposto una legge, che stabiliva che le famiglie cinesi si limitassero ad avere un solo figlio.

Nelle zone rurali, estremamente povere, le famiglie non si limitano ad un solo figlio, poiché molti figli potrebbero aiutare a lavorare nei campi e quindi portare più soldi in casa. Quindi questo li obbliga a non riconoscere e registrare all’anagrafe i propri figli, i quali risulteranno per sempre “insesistenti”, poichè non registrati.

Questo problema faciliterebbe il rapimento di bambini cinesi provenienti dalle campagne, poiché difficili da rintracciare, non essendoci un vero e proprio sistema di archiviazione delle nascite.

Ma non sono solo bambini le vittime del traffico di esseri umani. Infatti a causa della crescente industria e del settore edile in Cina, il numero di persone che vengono “trafficate” in Cina continua ad aumentare. Quest’anno è addirittura aumentato del 50/60%

Vengono soprattutto colpiti ragazzi e ragazze tra i 16-20 anni, provenienti dalle campagne, che andrebbero a lavorare nelle città, spesso in condizioni disumane.

Crescente è anche il traffico di ragazze e donne, destinate alla prostituzione in altri paesi Asiatici o al matrimonio forzato.

Il governo cinese, assieme ad altri paesi mondiali, ha cercato di porre l’attenzione sul traffico di esseri umani e di bambini in particolare, investendo in una propaganda che viene trasmessa su tutti i treni, i pullman, sui cellulari ed in televisione.

Le punizioni per il traffico di esseri umani sono molto dure e spesso includono la pena di morte.

 

Virginia Pigato

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...