Secondo voi, nella Coca-Cola c’è alcool? E invece sì!

3 Luglio, Parigi. La rivista 60 Millions de Consommateurs ha commissionato una ricerca all’Istituto Nazionale per il Consumo, per analizzare il contenuto di 19 bibite che vengono proposte come analcoliche.

La ricerca ha dimostrato che vi sono tracce di alcool nella Coca-Cola classica, Light e Zero, Pepsi classica e Max, Leclerc classica e Stevia, Dia, Breizh Cola. Mentre le bevande vendute da iper- e supermercati francesi l’hanno spuntata (es.:  Carrefour classic e light, Super U, Auchan).

Le tracce sono minime, inferiori ai 10 millilitri per litro, ovvero lo 0,001%.

Mi immagino già Hollande mettersi le mani ai fianchi e gridare: “Madri di Francia! Non comprate la bevanda straniera! Fate suggere ai vostri pargoletti figli della patria solo gallico nettare!”

La domanda che sorge è: non è che si vuole mascherare un pochino di protezionismo?

Vittorio Nigrelli

 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Salute da Vittorio Nigrelli . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Vittorio Nigrelli

Vittorio Nigrelli, 22 anni, studia Storia alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Torino. Ha lavorato come free lance per Notizie.it, pubblicando articoli di cronaca locale. E' il fondatore di TheTweeterNews insieme a Veronica Sgobio. Ha all'attivo circa 450 articoli concernenti politica, economia, cronaca, storia e tecnologia. In tre anni ha tenuto lezioni di Public Speaking davanti a quasi 500 liceali. Su Twitter è @vittonigrelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...