Il metodo Pomodoro: come studiare efficacemente

 

18 Giugno 2012 – Con l’avvicinarsi della maturità e degli esami universitari, iniziano le terribili e infinite sessioni di studio intensivo, che spesso risultano essere controproducenti.

Il nemico-amico numero uno dello studente è la procrastinazione, ossia un ciclo continuo di distrazione dal quale a volte è quasi impossible uscire.

Procrastinare è un aspetto reale del nostro modo di vivere, di studiare e di lavorare. Con il successo dei social networks, gli smartphones, i giochi-applicazioni sul telefono, la televisione, siamo continuamente tentati a lasciare quello che stiamo facendo a lavoro o quello che stiamo studiando, per dedicarci alla bacheca di Facebook o al nostro gioco preferito sull’iPhone.

Perdere tempo è facile, ma  gestirlo lo è ancora di più. Basta solo avere un timer. Se avete un timer da cucina a forma di pomodoro, ancora meglio.

Negli anni ’80, Francesco Cirilli, uno studente universitario vittima della procrastinazione come tutti noi, ha inventato un metodo di time-management per riuscire ad ottenere il massimo dal proprio tempo. E tutto questo con l’uso di un timer da cucina a forma di pomodoro.

Il metodo Pomodoro è uno dei metodi di time-management più utilizzati in campo lavorativo, ma è anche una brillante tecnica di studio.

Queste sono le istruzioni

  • Prendete un timer da cucina- Oppure usate un cronometro, o il contatempo sul cellulare. Avete bisogno di qualcosa che vi avvisi quando sia scaduto il tempo. Consiglio vivamente di usare un timer che vi avvisi, perchè tenere conto del tempo o controllare l’orologio potrebbe aiutare la vostra distrazione, quindi alla procrastinazione.
  • Scrivete una lista di attivitá da svolgere- Se state studiando, scrivete la lista dei capitoli da dover studiare o ripassare. Se state lavorando, scrivete semplicemente quello che dovete fare. E’ importante che le attivitá che volete svolgere siano fattibili. Non pensate di poter studiare dodici capitoli in un pomeriggio, cercate di essere onesti con voi stessi e con le vostre capacità.
  • Impostate il timer per 25 minuti – Durante questi 25 minuti dovrete studiare o lavorare. Non sarà difficile, perché la nostra concentrazione riesce a durare per 25 minuti, ma é anche un lasso di tempo adatto per produrre qualcosa. Lottate come degli spartani contro la voglia di distrarsi. Non controllate Facebook nemmeno per un minuto, perché non riuscirete a trovare la concentrazione. Non tirate nemmeno oltre i 25 minuti, perché farebbe cadere tutto il sistema di concentrazione.
  • Dopo i 25 minuti, fate 5 minuti di pausa. Anche questi vanno cronometrati. In quei 5 minuti di tempo, preparatevi un caffè, fate stretching o guardate fuori dalla finestra. Se proprio non ce la fate, controllate Facebook. Ma sarebbe consigliabile distrarsi per 5 minuti dal computer o dai libri, magari mangiare qualcosa, in modo da poter dare al cervello un momento di pausa da tutte le informazioni appena ricevute.
  • Dopo quattro “pomodori”, ossia sessioni di 25 minuti, prendete una pausa più lunga di 30-60 minuti. 

È importante che si abbia tutto il necessario prima di iniziare il primo giro di 25 minuti, quindi procuratevi acqua, caffè, biscotti, penne, peluche prima di iniziare a studiare. In questo modo non dovrete interrompere la sessione e perdere la concentrazione.

La tentazione sarà molto grande durante i 25 minuti, ma fatevi una domanda: state ingannando il tempo o voi stessi?

Per maggiori informazioni sul Metodo Pomodoro, questo è il sito ufficiale – http://it.pomodorotechnique.com/

Virginia Pigato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...