I soldi destinati ai terremotati potrebbero tornare ai partiti per un problema burocratico.

14 giugno, Roma.

Vi ricordate i soldi destinati ai terremotati dell’Aquila e dell’Emilia, quei 91 milioni di euro (91.000.000€) che dovevano provenire dal finanziamento ai partiti?

Ecco, è possibile che, senza un intervento del prossimo Consiglio dei Ministri, quei soldi arrivino comunque (e quindi spariscano) nelle tasche dei partiti.

Tutto per una questioni di tempi strettissimi: se, infatti, il provvedimento che cambia la destinazione del denaro non sarà approvato entro il 30 giugno, la tranche di luglio verrà irreversibilmente pagata.

Nella certezza del fatto che, se i soldi arriveranno ai partiti, nessuno vedrà più neanche un centesimo, ci uniamo a tutte le persone di buonsenso per sollecitare l’esecutivo.

A lanciare l’allarme è stato il presidente della Commissione affari costituzionali Carlo Vizzini.

Strano caso in cui qualcuno deve correre dietro alla burocrazia, e non aspettare che questa faccia il suo lento corso.

Vittorio Nigrelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...