Barbaro Pasquale condannato all’ergastolo per traffico di ecstasy in Australia

 

 

 

PASQUALE Barbaro, 51, ed il cugino Saverio Zirilli, 55, sono stati condannati rispettivamente a 30 anni e 15 anni di carcere per avere introdotto in Australia 15 milioni di tavolette di ecstasy.

<<Avete introdotto la più grande quantitá di ecstasy in Australia>> dice il giudice Betty King.

Barbaro é stato giudicato colpevole anche per traffico di 100 chili di cocaina, nascosta in sacchi di caffé e per riciclaggio di denaro, pari a .

La strada di Barbaro verso la condanna all’ergastolo iniziò nel 2007, quando la polizia australiana trovo’ delle anomalie, ispezionando le scatolette di pomodoro trovate in un container appartenente a Barbaro.

Dopo un’attenta analisi a Raggi X, la polizia decise di aprire le scatolette e scoprí le 150 milioni di pasticche di ecstasy, che Barbaro aveva fatto arrivare a Melbourne da Napoli.

Nonostante Barbaro sospettasse che il container fosse stato intercettato dalla polizia, non perse la speranza. Aveva fiducia nella spedizione, poiché il carico era destinato ad una poca nota azienda australiana. Era fiducioso nel fatto che un suo impiegato avrebbe intercettato il carico prima del suo arrivo. Ma i fornitori dall’Italia non erano della stessa idea.

Barbaro era in debito di 10 milioni di dollari con i suoi fornitori, i quali mandarono un uomo in modo che potessero accertarsi di non essere stati fregati. Numerosi furono i viaggi di Barbaro e suo cugino in Europa nel 2007 e 2008, per tentare di convincere i fornitori a vendergli un altro carico di pasticche di ecstasy.

Nel 2008, Barbaro tento’ di trafficare 100 chili di cocaina, nascosti in scatole di caffé colombiano, ma la polizia li intercetto’ e riusci ad arrestare i membri di questo gruppo.

Con un peso netto di 4.4 tonnellate, Barbaro si aspettava di guadagnare centinaia di milioni di dollari dalla vendita di quelle pasticche.

<<Avete rischiato tutto per guadagnare un’oscena quantitá di soldi, alle spese della vostra comunita’>> dice il giudice King.

I crimini di Barbaro rappresentano la forte influenza dell’ ‘Ndrangheta in Australia, in particolare nella zona della cittá Griffith in New South Wales.

Il padre di Barbaro, Francesco Barbaro, nel 1987 venne accusato dallla commissione reale Woodward, di fare parte di un gruppo segreto di cittadini calabresi nella comunita’ di  Griffith, sospettato di avere collegamenti con l’ ‘Ndrangheta.

<<Questo e’ cio’ che viene definito crimine organizzato. Ha connessioni in tutto il mondo,  disprezza le nostre leggi, la nostra societa’, le nostre leggi e la nostra polizia. Non potra’ essere tollerata dalla nostra societa’ o dal nostro parlamento>> conclude la sentenza il giudice King.

 

 

 

Virginia Pigato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...